Grazie P. Giovanni

Unknown

Ieri sera, a conclusione della S. Messa, abbiamo ringraziato P. Giovanni Erittu per la sua luminosa presenza in mezzo a noi durante il mese di luglio. Ci ha donato il  sorriso dell’amicizia,  il fascino della preghiera, la testimonianza della sua donazione a Dio e alla Chiesa con i 54 anni di vita missionaria in Brasile. Ora ritorna tra i suoi cristiani accompagnato dalla stima di tutti e dall’affettuoso augurio di un apostolato fecondo di bene

CALENDARIO SETTIMANALE

  DOMENICA  21 LUGLIO

Ore 08,00 FRONTEDDU BERRITA NICOLA

PIERO SPANU

Ore 09,30 PER LA COMUNITA’

Ore 19,00 PIERINO SPANU TRIG.

                   LUNEDÌ 22 LUGLIO

Ore 08,00 S. MESSA

Ore 19,00 PASQUALE,AGOSTINA,ANTONIA,LUIGI,GIUSEPPE

                   MARTEDÌ 23 LUGLIO

Ore 08,00 S. MESSA

Ore 19,00 DEF. FAM. MONNI-LOI

MERCOLEDÌ 24 LUGLIO 

Ore 08,00 S. MESSA

Ore 19,00 SALVATORE, M.ANGELA E FIGLI

GIOVEDÌ 25 LUGLIO

Ore 08,00 S. MESSA

Ore 19,00 BILLIA FRONTEDDU 3° ANN.

VENERDÌ 26 LUGLIO

Ore 08,00 S. MESSA

Ore 19,00 S. MESSA

SABATO 27 LUGLIO

Ore 08,00 S. MESSA

Ore 19,00 ROBERTA VITUCCI e GIULIA MANCA

                 FLORE ANTONIANGELO e GIUSEPPA

               DOMENICA 28 LUGLIO

Ore 08,00 PIETRO e LUCIA SEDDA

Ore 09,30 PER LA COMUNITA’

Ore 19,00 GIUSEPPA SANNA 1° ANN.

                 BARTOLOMEO FANCELLO 22° ANN.                 

Gonone in festa

07f63592-291a-4822-9fb7-9b821c0afb42

Grande partecipazione di popolo, sabato 13 e domenica 14, ai vari momenti della festa della Madonna del Mare. Suggestivi i due momenti religiosi della S. Messa animata dal Coro Prama ‘e Seda e la processione a Mare con l’offerta della Corona di fiori alla Vergine. Grazie al Comitato organizzatore che alla sua costante attività di promozione sportiva aggiunge questa bella iniziativa della Festa.

Il Vangelo di Lampedusa

or080719_12

Papa Francesco: “In questo sesto anniversario della visita a Lampedusa, il mio pensiero va agli “ultimi” che ogni giorno gridano al Signore, chiedendo di essere liberati dai mali che li affliggono. Sono gli ultimi ingannati e abbandonati a morire nel deserto; sono gli ultimi torturati, abusati e violentati nei campi di detenzione; sono gli ultimi che sfidano le onde di un mare impietoso; sono gli ultimi lasciati in campi di un’accoglienza troppo lunga per essere chiamata temporanea. Essi sono solo alcuni degli ultimi che Gesù ci chiede di amare e rialzare. Purtroppo le periferie esistenziali delle nostre città sono densamente popolate di persone scartate, emarginate, oppresse, discriminate, abusate, sfruttate, abbandonate, povere e sofferenti.”